come spedire bottiglie di vino

Imballaggi per le spedizioni di bottiglie di vino: 4 passi per ridurre l’impatto ambientale

Come possono i produttori di vino limitare l'impatto ambientale delle loro spedizioni di bottiglie? In questo articolo vengono presentati 4 modi efficaci per ridurre l'impatto ambientale. Leggili per scoprire come implementare queste soluzioni e contribuire a un futuro più sostenibile.

Le spedizioni di bottiglie sono ormai una pratica comune per le enoteche e i produttori di vino: basti pensare all’invio di campionature – soprattutto prima e dopo le fiere di settore – o agli ordini eCommerce.

C’è però un rovescio della medaglia: l’impatto che queste spedizioni hanno sull’ambiente. L’uso di imballaggi non sostenibili può causare una grande quantità di rifiuti, che vanno ad unirsi alle emissioni di gas serra generate dal loro trasporto.

In questo articolo, esploreremo il ruolo della scelta del packaging e forniremo 4consigli pratici per ridurre l’impatto ambientale delle spedizioni di bottiglie di vino.

Pronto? Via! 🚀

Il ruolo della scelta del packaging per la sostenibilità delle spedizioni di bottiglie di vino

La scelta del packaging può avere un grande impatto sulla sostenibilità delle spedizioni di bottiglie di vino, e per questo è fondamentale scegliere imballaggi prodotti con materiali sostenibili. Ma questo – purtroppo – non è sufficiente. Un altro aspetto fondamentale da tenere in considerazione è la sicurezza dell’imballaggio, intesa come la capacità del packaging di proteggere le bottiglie durante la spedizione, riducendo il rischio di rotture e sprechi.

Nei prossimi paragrafi vedrem bene come scegliere un imballaggio sostenibile, ma prima cerchiamo di capire perché farlo.

Che impatto hanno gli imballaggi sull'ambiente?

Gli imballaggi hanno un impatto significativo sull’ambiente, sia durante il loro processo di produzione che durante il loro smaltimento. 

Il caso più emblematico è certamente quello degli imballaggi in plastica o polistirolo, materiale che richiede molta energia e risorse per la produzione e che impiega centinaia di anni per degradarsi. 

Gli imballaggi in polistirolo sono considerati inquinanti perché sono costituiti da una miscela di gas e polistirene espanso (EPS), che a sua volta deriva da una fonte non rinnovabile: il petrolio. Il processo di produzione dell’EPS richiede l’utilizzo di idrocarburi e la produzione di gas ad effetto serra, tra cui l’anidride carbonica.

Il polistirolo è un materiale che richiede molti anni per degradarsi e, quando viene smaltito, può causare danni all’ambiente e agli ecosistemi circostanti. Ad esempio, se gli imballaggi in polistirolo vengono abbandonati nell’ambiente o in mare, possono diventare pericolosi per la fauna marina e terrestre, che potrebbe ingerirli o rimanere intrappolata in essi. Un rapporto dell’UNEP del 2016 ha stimato che ogni anno circa 100.000 mammiferi marini e 1 milione di uccelli marini muoiono a causa dell’ingestione di rifiuti di plastica, tra cui il polistirolo.

Questi dati sono particolarmente preoccupanti, se si considerano le enormi quantità di polistirolo che ogni giorno viene trovato in mare.

Il polistirolo è il materiale plastico più presente nelle spiagge italiane, con una percentuale del 31,2% del totale dei rifiuti trovati.

Inoltre, uno studio dell’Università di Siena del 2019 ha evidenziato che il 98,4% dei campioni di acqua di mare prelevati in Italia conteneva microplastiche, tra cui anche frammenti di polistirolo. 

 

Questi dati, seppur riassuntivi, danno un idea del perché la preoccupazione dei consumatori sull’utilizzo di imballaggi in polistirolo sia sempre crescente.

Se spedisci vino, è dunque fondamentale scegliere imballaggi sostenibili e cercare di ridurre l’impatto ambientale delle spedizioni di bottiglie. Una soluzione possibile è l’utilizzo del packaging per bottiglie Nakpack, che offre il massimo della protezione delle bottiglie durante il trasporto in maniera plastic free.

Se ti interessa approfondire le differenze tra imballi in cartone o in polistirolo, ti consigliamo di leggere questo articolo.

nakpack
Imballaggio per bottiglie omologato NakPack
imballaggi in polistirolo

Consigli pratici per ridurre l'impatto ambientale delle spedizioni di bottiglie di vino

Se sei arrivato fin qui, molto probabilmente vuoi dare un contributo al Pianeta e trovare un modo per rendere meno impattanti le tue spedizioni di bottiglie.

Ecco quindi 4 consigli per ridurre l’impatto ambientale delle spedizioni di bottiglie.

1. Utilizzare l'imballaggio per bottiglie Nakpack

Scegliere l’imballaggio ecologico per bottiglie NakPack può aiutare a ridurre l’impatto ambientale delle spedizioni di bottiglie di vino.

NakPack è completamente in cartone, certificato Plastic Free e studiato per ridurre al minimo l’utilizzo di risorse. L’azienda si impegna inoltre a piantare un albero con Treedom per ogni nuovo cliente, con l’obiettivo di creare una vera e propria foresta in Kenya e sostenere le comunità locali.

Il sistema brevettato offre una protezione affidabile per le bottiglie durante il trasporto, con un rischio di rotture e sprechi dello 0,003%. 

2. Limitare il peso delle spedizioni

Ridurre il peso delle spedizioni può aiutare a ridurre le emissioni di gas serra e il consumo di carburante, contribuendo a preservare l’ambiente.

In primo luogo, il produttore potrebbe optare per bottiglie più leggere, che richiedono anche meno risorse per la loro produzione. Uno studio dell’Università di Siena ha infatti dimostrato che per ogni grammo di vetro prodotto si disperde nell’ambiente un grammo equivalente di CO2. Slow Food sottolinea come il confezionamento del vino rappresenta da solo il 25-35% delle emissioni complessive di gas serra di una cantina, e di questa parte la quota maggiore è imputabile al peso del vetro.

Un altro modo per ridurre il peso delle spedizioni è  utilizzare imballaggi poco ingombranti e più leggeri come quelli in cartone, anziché scatole in legno o altri materiali più pesanti. In questo modo si riduce il peso totale della spedizione senza compromettere la protezione delle bottiglie durante il trasporto.

3. Consolidare gli ordini per ridurre il numero di spedizioni

È ovvio, un minor numero di spedizioni può contribuire a ridurre le emissioni di gas serra e il consumo di carburante, proteggendo l’ambiente.

Per ridurre l’impatto ambientale delle spedizioni di bottiglie di vino, i produttori possono adottare diverse strategie. Una di queste è la consolidazione degli ordini, ovvero la raccolta di più ordini in un unico invio.

In che modo?

Potresti ad esempio incentivare i tuoi clienti a ordinare in modo ragionato, pianificando gli acquisti in modo da raggiungere una soglia minima di bottiglie per ordine

Potresti inoltre  proporre promozioni per acquisti multipli o fornire un sistema di abbonamento, che permetta ai clienti di ricevere le bottiglie in un unico invio periodico.

Un’altra strategia per la consolidazione degli ordini è quella di lavorare in sinergia con altre aziende del settore, come distributori o enoteche online. In questo modo, si possono raggiungere volumi di spedizione più elevati, riducendo il numero complessivo di spedizioni necessarie.

In ogni caso, la consolidazione degli ordini richiede una pianificazione accurata e una logistica organizzata, ma può portare vantaggi significativi in termini di sostenibilità ambientale e di ottimizzazione dei costi. Da non sottovalutare un altro effetto positivo: una maggiore pianificazione degli ordini può anche migliorare l’esperienza del cliente, garantendo tempi di consegna più rapidi e un servizio più efficiente.

4. Utilizzare mezzi di trasporto a basso impatto ambientale

In questo caso è difficile dare un unico suggerimento valido per tutti, perché le possibilità di scelta dei mezzi di trasporto a basso impatto ambientale per un produttore di vino che deve spedire bottiglie dipendono molto dalla zona geografica di partenza e di arrivo.

Tuttavia, ci sono alcune opzioni che potrebbero essere adottate per ridurre l’impatto ambientale della spedizione di bottiglie di vino.

4.1 Trasporto su strada

Nel caso – molto comune in Italia – in cui si possa optare solo per il trasporto su strada, la scelta andrebbe virata verso mezzi di trasporto a basso impatto ambientale, come veicoli ibridi o elettrici.

4.2 Trasporto su rotaia

Soluzione meno inquinante rispetto alla precedente è quella trasporto su rotaia,  poiché richiede meno carburante per chilometro per tonnellata di carico trasportata. Inoltre, le ferrovie possono utilizzare fonti di energia rinnovabile per alimentare i loro treni, contribuendo ulteriormente alla riduzione dell’impatto ambientale.

4.3 Trasporto marittimo

Se le bottiglie devono essere spedire a lunga distanza, il trasporto marittimo potrebbe essere una buona opzione. Le navi da carico hanno una capacità di carico significativamente maggiore rispetto ad altri mezzi di trasporto, il che significa che possono trasportare più merci con meno viaggi. Inoltre, alcune navi da carico stanno passando a fonti di energia alternative come il GNL (gas naturale liquefatto) per ridurre le emissioni di gas serra.

4.4 Trasporto aereo

Sebbene il trasporto aereo sia veloce e affidabile, è anche il modo più inquinante di trasportare merci. Tuttavia, alcune compagnie aeree stanno lavorando per ridurre le loro emissioni di gas serra attraverso l’uso di biocarburanti e la riduzione del peso dei loro aerei.

Conclusione

In conclusione, la scelta di soluzioni sostenibili per le spedizioni di bottiglie di vino è un passo fondamentale per ridurre l’impatto ambientale del settore vitivinicolo. 

 

il packaging di NakPack è un'opzione ideale per le enoteche e i produttori di vino che vogliono ridurre l'impatto ambientale delle loro spedizioni, senza compromettere la qualità e l'integrità delle bottiglie durante il trasporto.

Utilizzando l’imballaggio per bottiglie Nakpack e adottando pratiche come la limitazione del peso delle spedizioni, la consolidazione degli ordini e l’utilizzo di mezzi di trasporto a basso impatto ambientale, è possibile ridurre significativamente l’impatto ambientale delle spedizioni di bottiglie di vino.

Si tratta di un piccolo passo, verso un grande obiettivo.

Condividi questo articolo

Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi fallo conoscere ai tuoi contatti Social. Condividilo ora!

Facebook
Twitter
LinkedIn

Credit photo Magda Ehlers

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *